Parma, D’Aversa in conferenza: “Metterò i migliori contro il Napoli. Ciciretti? Potrebbe partire dall’inizio. Su Gervinho…”

La conferenza stampa del tecnico del Parma

0
589

Roberto D’Aversa, allenatore del Parma ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani contro il Napoli valida per la sesta giornata di Serie A: “Dopo una bella vittoria con un’ottima prestazione, arriva una partita contro una squadra molto forte. Considerando il fatto che sono passati solo due giorni dal dispendio di sabato pomeriggio, le forze per la partita potrebbe dartele il fatto di giocare in uno stadio come il San Paolo. Potrà mancare la brillantezza visti i match ravvicinati ma credo sarà più importante l’aspetto mentale. Avremo la possibilità di confrontarci con una squadra che ha dato filo da torcere alla Juventus per la vittoria del campionato. Di fronte troveremo una delle squadre più forti della A e uno dei tecnici migliori: Ancelotti sta cercando di portare le sue idee, ha dato un po’ più di libertà ai giocatori per sfruttare le loro caratteristiche. Di impossibile nella vita non c’è nulla, proveremo a portare a casa il risultato nonostante il valore dell’avversario”.

A proposito di pericolosità sulle palle inattive, lo stesso potrebbe valere per Ciciretti.Potrebbe anche partire dall’inizio, l’infortunio è stato messo da parte. Mi sarebbe piaciuto dargli più spazio in precedenza, adesso bisogna considerare che sarebbe la prima da titolare dopo tanto tempo”.

Potrebbe essere arrivato il momento di un turno di riposo per Stulac? Era andato in Nazionale, aveva avuto l’influenza, si era allenato poco con noi, era debilitato. Ha giocato un’ottima partita col Cagliari: è inevitabile che abbia partecipato di meno alla costruzione del gioco perché aveva una marcatura più stretta del solito. Però un giocatore del genere può essere decisivo anche sulle palle inattive e a volte anche questo sposta gli equilibri delle partite”.

Da subentrante Gervinho può dare la stessa intensità di quando è schierato titolare? “Inserirlo nel finale può essere devastante per le difese avversarie però bisogna avere motivazioni più che valide per privarsene dall’inizio. Se riesce a giocare con continuità è preferibile metterlo in campo dal primo minuto: anche se si prende delle pause, nell’arco dei 90 minuti può avere delle situazioni o delle giocate che possono rivelarsi decisive. È un ragazzo molto intelligente, state pur certi che tutto quello che accade è condiviso con lui. Se volete sapere se gioca o non gioca non ve lo dico”.

Paradossalmente potrebbe essere più facile questa partita che quella col Cagliari, avendo meno da perdere. “Siamo stati bravi a non far calare la tensione dopo il successo con l’Inter, e infatti abbiamo vinto anche col Cagliari. Il Napoli ha un potenziale devastante, con giocatori capaci di lavorare tra le linee e che sanno far male anche attaccando la profondità o su situazioni singole. Dovremo stare compatti e provare a rendere difficile la sfida al Napoli. Per questo rispondendo alla domanda, non mi pare il caso di definire il match col Napoli più semplice”.

Di fronte avrà Ancelotti, uno degli allenatori più vincenti di sempre“Ha dimostrato molto, non solo in Italia ma anche a livello europeo. Ha raggiunto grandi obiettivi indipendentemente dal sistema di gioco, ora c’è un 4-4-2 che è più un 4-2-4, negli anni belli del Milan giocava con l’albero di Natale. È sempre stato un grande allenatore nella gestione, tutti i calciatori hanno sempre parlato benissimo di lui, sia chi giocava sia chi non giocava. Io ho avuto la fortuna d’incontrarlo nel mio ultimo anno di settore giovanile. Però adesso conta solo portare un risultato a casa”.

Ci sarà turn-over? “Dare continuità è sempre la cosa migliore ma quando hai tre gare in una settimana pensi a fare dei cambi, magari qualcuno non ha recuperato al 100%. In difesa e in avanti ho tante alternative, le difficoltà sono a centrocampo avendo quattro giocatori per tre ruoli. Bisognerà considerare la condizione fisica, il non farsi male e il fatto che dopo giocheremo in casa con l’Empoli. Il pensiero mio è di mettere i migliori contro il Napoli”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here