Alla scoperta del nuovo attaccante del Napoli, il nigeriano Victor Osimhen, il più piccolo di sette fratelli, nato e cresciuto nella comunità di Olusosun nel quartiere di Ojota a Lagos.

Questa l’infanzia di Osimhen raccontata da sua sorella Blessing: “Quando abbiamo perso mamma, Victor, soprannominato da piccolo ‘Odosi’, è stato accudito da noi quattro sorelle. Victor amava mangiare il Moi Moi (una sorta di budino di fagioli accompagnato col pane, tipico piatto nigeriano) ogni sera alle 23″. La sorella, mostrando la casa d’infanzia, racconta: “Da bambini dormivamo tutti e sette sul pavimento, avevamo in casa solo una sedia e un letto. Non sapevo nulla del calcio, ma quando lui ha iniziato a giocare per la nazionale Under 17 e dopo per il Wolfsburg, lo Charleroi e il Lille, ho amato questo sport“.

Il suo scopritore, Nurudeen Sanni, racconta: “All’età di quattro anni ho visto in lui le qualità dell’attaccante, l’avevamo soprannominato ‘Spicey’ perché era minuscolo e veloce con la palla. Quando era al Campus della nazionale Under 17 era troppo piccolo, non credevo che la Nigeria potesse scegliere uno come lui. Quando segnò in Champions contro il Chelsea, squadra molto seguita nel nostro quartiere, fu un grande giorno per noi, facemmo una colletta, acquistammo della birra e festeggiammo. Sono molto orgoglioso di lui, perché è molto umile“.

Chukwuemeka Nonso, amico d’infanzia, racconta come da piccoli per guardare le partite di calcio, non avendo soldi, scrutavano dalle fessure di un centro dove venivano trasmessi i match. “Era sempre molto determinato e non voleva perdere, voleva sempre il massimo impegno anche dai suoi compagni di squadra. Victor mette sempre il 100% in tutto quello che fa“.

Il documentario si conclude sul campetto del Fc Peric, squadra dove Osimhen in prima elementare ha mosso i primi passi da calciatore, e con la felicità e l’orgoglio di tutti i suoi amici e parenti che hanno visto realizzare il suo sogno, quello di diventare un grande attaccante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here