Il giornalista Umberto Chiariello ha parlato nell’editoriale di Campania Sport in diretta su Canale 21: “Questa sera dobbiamo parlare del tema sportivo in relazione a quello che sarà. Abbiamo ascoltato tante voci in questi giorni, una di queste è stata quello di Adriano Galliani che ha parlato di un lodo. Il logo Galliani consiste in questo: le perdite del calcio andrebbero accertate da una società super partes che stabilisca una percentuale di perdita da applicare agli stipendi dei calciatori. Cellino oggi in un’intervista ha detto che questo campionato verrà annullato, e quando sento il professore Trombetti sono molto preoccupato, nessun è in grado di sapere quando realmente passerà questa pandemia. Il rischio che il calcio debba fermarsi a lungo è davvero alto. Noi ci preoccupiamo del business, ma ci dobbiamo preoccupare dei nostri ragazzi che rischiano di tornare a giocare a settembre. In questo momento lo stesso presidente della FIGC Gravina, che ha fatto mille ipotesi, è in grande difficoltà, ci vorrebbe anche nel calcio uno come il nostro governatore De Luca. Qui c’è gente che non ha capito, se vai all’aria aperta sei un criminale! Dobbiamo solo stara a queste regole: lavarci le mani, stare a distanza di sicurezza di almeno un metro e stare a casa. Di fronte a questa verità De Laurentiis e Lotito ci devono dire come gli viene in mente di voler fare riprendere gli allenamenti. Dobbiamo solo dire di sospendere tutto! Ringrazio l’esempio che hanno dato Higuain e altri giocatori juventini, miliardari del pallone che hanno preso un aereo privato, un esempio riprovevole che una società come la Juve non avrebbe mai dovuto permettere. Noi qui su Canale 21 non ci fermiamo, vogliano essere con voi per poter vincere questa battaglia di civiltà verso i propri familiari, amici e di tutti quelli che non conosciamo, forse questa barbarie del Coronavirus potrebbe anche essere sconfitta un po'”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here