Ciro Borriello, assessore allo Sport al Comune di Napoli, è intervenuto nel corso di Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli per parlare ancora del comunicato di Carlo Ancelotti sul tema San Paolo: “C’è stato un ritardo nei lavori sugli spogliatoi per la scelta delle vasche, il ritardo era concordato con il calcio Napoli che aveva scelto di giocare le prime due fuori casa. Se il Napoli avesse voluto giocare in casa una delle prime due non avremmo avuto dei problemi. È una polemica sterile, non ci interessa nemmeno chi ha fatto il comunicato. Non riesco a capire perché si sia arrivati a questo, la cosa più importante è che la settimana prossima verranno a firmare la Convenzione altrimenti andiamo in difficoltà per farli giocare.

Il 17 luglio si è approvata la convenzione, aspettiamo il calcio Napoli che venga a firmare. Non so perché si arrivi sempre alla vigilia di una data importante innescando una polemica. Conserviamo sempre lo stesso livello di rapporto, chiediamo il rispetto delle norme al club come facciamo con i napoletani. Li stiamo aspettando dal 17 luglio, ma non sono ancora arrivati. 

Pericolo che la squadra non giochi a Fuorigrotta? Il Napoli continuerà a giocare al San Paolo, al limite ci paga la percentuale sulla gara singola ed andiamo avanti. Abbiamo rifatto lo stadio con soldi pubblici, il calcio Napoli non ha speso un soldo!

Scritta ‘Napoli’ nei distinti? Sarà formata da 170 sediolini. I tabelloni saranno funzionanti per la sfida con la Sampdoria”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here