Alex Meret, portiere del Napoli, ha parlato ai microfoni della radio ufficiale Kiss Kiss Napoli: “Con l’Italia abbiamo ottenuto due vittorie importanti per la qualificazione all’Europeo, è stato un onore per me far parte del gruppo. È un grande traguardo da raggiungere per noi“.

Su Manolas e Koulibaly “In difesa non siamo partiti benissimo, 7 gol in 2 gare sono tanti. Sicuramente dobbiamo migliorare, avere due centrali così è una garanzia magari non sono ancora abituati a giocare insieme perchè hanno fatto pochi allenamenti. Bisogna lavorare per migliorare, sono sicuro che dalle prossime partite la fase difensiva sarà migliore”.

Serve equilibrio – “In attacco abbiamo sfruttato bene le occasioni, serve maggiore attenzione nelle coperture preventive. Dobbiamo subire meno gol nelle prossime gare”.

Sulla gara con la Juve e sulla rimonta – “Abbiamo fatto 60′ sottotono e contro la Juve non te li puoi permettere. Sono andati avanti 3-0 ma abbiamo avuto la forza di crederci, dopo la prima rete abbiamo giocato ancora meglio ed avevamo trovato il pareggio. Questo è un segnale di grande forza, ma dobbiamo riflettere sui primi 60′. Rimontare tre reti a Torino però non è da tutti, peccato per l’episodio finale“.

Sull’autorete di Koulibaly – Capita a tutti di sbagliare, non si può criticare uno come Kalidou che è stato forse il migliore della passata stagione. Ci sta di sbagliare, fa male perchè è arrivato alla fine ma l’importante è rialzarsi e pensare alle prossime partite“.

Sulla sfida alla Samp: “Davanti hanno calciatori molto forti, non dobbiamo sottovalutare la gara che sarà la prima davanti al nostro pubblico. Dopo la Juve ci sarebbe piaciuto tornare subito in campo per metterci alle spalle la gara, ma c’è stata la sosta della nazionale”.

Su Di Lorenzo: Si è calato bene nella nuova realtà, è un ragazzo serio e professionale. Ha dimostrato subito di poter stare in questo gruppo, gli auguro di fare benissimo in questa stagione“.

Sull’aspetto mentale: Le capacità da calciatore contano fino ad un certo punto, per ottenere risultati tutto parte dalla testa. È importante restare sereni ed essere convinti di quello che si fa, avendo l’umiltà per migliorarsi sempre“.

Sulla sfida al Liverpool: “Si parte subito con la squadra che ha vinto la Champions, siamo in un girone difficile ma sappiamo che in questa manifestazione è così. Dobbiamo cercare di fare punti. Da bambino giocare gare come queste era un sogno, ora trovarsi a giocarsela mi mette tanta felicità. Se il mister deciderà di schierarmi cercherò di fare del mio meglio”.

Sull’impatto di Lozano: “È una grande alternativa ai grandi attaccanti che abbiamo davanti. È un giocatore con grandi colpi, ci potrà dare una grandissima mano nel corso di questo campionato”.

Sull’ultimo arrivato Llorente: “Essendo un gruppo giovane avere uno di esperienza come lui fa bene. Sono convinto che si inserirà subito al meglio e che ci darà una grande mano. Sarà positivo avere una punta con caratteristiche diverse rispetto agli altri, che ci potrà far salire in alcune situazioni. Gli auguro di fare tanti gol”.

Sulla piazza di Napoli: È una società di grande livello ed una piazza che ti trasmette passione. Lo scorso anno ho avuto qualche piccolo infortunio, quest’anno spero di fare ancora meglio in questa seconda stagione”.

Sull’attaccante che riesce a metterlo più in difficoltà: “Ci riescono tutti. Sono grandi attaccanti con caratteristiche diverse, ognuno ha grandi colpi e sono tutti molto bravi”.

Sulla nuova coppia difensiva:

“Koulibaly e Manolas ci permettono di stare un pochino più alti ma non bisogna mai perdere di vista l’equilibrio”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here