Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell’inter ha parlato di mercato nel corso della conferenza stampa di presentazione di Antonio Conte.

Lukaku resta un grande obiettivo? “Stiamo lavorando con Ausilio per allestire una squadra competitiva. Non dimentichiamoci che il management deve anche guardare al rispetto e all’equilibrio dei bilanci e del patrimonio economico-finanziario. Siamo in una fase di cantiere. Bello sarebbe dargli subito una squadra completa, ma nonostante le idee siano chiare non abbiamo fretta”

Perché Icardi e Nainggolan sono fuori dal progetto? “Non è corretto entrare nei particolari. E’ stata una conclusione sofferta, non siamo sprovveduti, abbiamo degli obblighi e non possiamo immaginare di depauperare questi patrimoni. Abbiamo deciso in modo omogeneo di fare questa scelta. Dichiararlo ufficialmente fa parte del gioco. Si alleneranno con noi e rispetteremo questi diritti”

Icardi può andare alla Juventus? “Lo escluso perché non ci sono le condizioni. Oggi il calciatore è protagonista del proprio futuro, bisogna trovare un club che possa soddisfare le sue esigenze. Ma fino a questo momento della Juventus non si vede l’ombra”.

Per Marotta: se dovesse rimanere Icardi cosa succederà? “Nel caso succedesse ci vedremo a fine mercato. Oggi siamo ottimisti e abbiamo una visione diversa”.

Barella? “”Ho sentito le dichiarazioni di persone che stimo sulla vicenda ma magari non sono così d’accordo. Il venditore ha il diritto di decidere a quanto vendere, ma altrettanto diritto lo ha il compratore. Bisogna avere pazienza ma esiste una congruità di valori che sta anche al compratore stabilire”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here