A “Tifosi Su Julie”, trasmissione in onda su Julie Italia e condotta da Dario Santoro con la partecipazione dell’opinionista ciclo-calciofilo Claudio Castellano, è intervenuto telefonicamente l’ex campione del Napoli: Alessandro Renica: “Che sensazione ho provato dopo quel gol? E’ uno di quei pochi momenti in cui sono stato felice. Questo Napoli che perse all’Emirates 2-0 ricorda lo stesso di 30 anni fa? Difficile fare analogie tra questo Napoli e quello di 30 anni fa. Noi avevamo i giocatori più forti del mondo. Era una Coppa Uefa camuffata di Champions League. Quel Napoli non è stato mai premiato? Sono d’accordo perché allora il campionato italiano era il più importante del mondo. Chi mi ha fatto soffrire di più come attaccante? Sicuramente Van Basten. Un fenomeno. Come giudico il lavoro fatto fino ad ora da Ancelotti? E’ un bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto che si sta svuotando ma darei tempo a Carlo. Quante volte farà rivedere il mio gol al 120′ contro la Juventus Ancelotti ai suoi ragazzi in vista dell’Arsenal? Non esageriamo, perché Ancelotti deve fare bella figura contro l’Arsenal. Ma mentalmente l’ottimismo ci vuole e la tattica sarà fondamentale. Ero io l’addetto alle retate agli avversari? Non proprio“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here