Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa dopo la vittoria con il Chievo Verona: “Bene dal punto di vista caratteriale, insistendo su chi aveva già giocato, senza troppi cambi, rispettando il piano preparato. All’inizio forse un po’ timorosi, dopo il 2-0 la squadra s’è sciolta ed è tornata a giocare sui suoi livelli”.

Su possibili problemi di condizione: “Chi dice che questa squadra ha problemi fisici vive in un altro mondo. La squadra fisicamente sta bene, i problemi avuti nelle ultime gare non sono legati alla condizione, ma all’atteggiamento superficiale, alcune partite non lette bene, tutto qui. Poi chi ha giocato giovedì sera non era brillantissimo, questo è chiaro, ma era importante ritrovare entusiasmo dopo questa gara”.

Insigne, Mertens e Milik insieme giovedì? “Sì, è una possibilità. Dovremo attaccare, ma con intelligenza. Servono due gol, ma c’è tempo. Non dobbiamo andare allo sbaraglio. Servirà lucidità, non solo ritmo”.

Passo in avanti per giovedì? “Era quello che cercavamo, risultato pieno e prestazione, anche perché la classifica non è ancora chiara anche se siamo ben posizionati. L’ambiente si rasserena molto e abbiamo quattro giorni per prepararla bene”.

Koulibaly può fare la differenza? “La differenza la fa sempre il collettivo, la squadra, l’atteggiamento, il nostro pubblico. Sarà una serata speciale per tutti, speriamo di farcela”.

Schemi su Koulibaly studiati anche per l’Arsenal? “Va sempre a saltare, mi sorprende che abbia segnato solo oggi per la prima volta perché è fortissimo di testa. Oggi ne ha fatti due, speriamo sia di buono auspicio”.

La riunione della squadra che segnale è? “L’hanno voluta fare loro, chiedi a loro (ride. ndr). Penso abbia fatto bene, soprattutto per recuperare un po’ di spirito”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here