Umberto Chiariello ha esaminato la sconfitta dell’Emirates nel suo ‘editoradio’ su Radio CRC: “I nodi arrivano al pettine, si aspettava questa partita come la madre di tutte le battaglie per definire una stagione, ora ogni giudizio va sospeso alla prossima settimana. E’ evidente che, come è accaduto alla Juve e all’Ajax contro Atletico e Real, può succedere che il Napoli può ribaltare il risultato al ritorno. Certo servirà un’impresa visto sopratutto il divario devastante tra le squadre che si è visto ieri nel primo tempo; dove una squadra giovava a ritmi elevatissimi con un pressing efficace e un’altra in stato confusionale, che non faceva tre passaggi e che su due errori ha visto gli avversari andare in porta. Ieri il predestinato Alex Meret con le sue parate straordinarie ha tenuto in piedi la speranza. Abbiamo dei terzini, ora lo possiamo dire, imbarazzanti, Mario Rui, peggiore in campo insieme a Hysaj, ha determinato in Europa tutti gli episodi in negativo. Poi abbiamo un problema, il nostro campioncino Insigne ha la palla gol e la deve buttare dentro, nel momento determinante devi segnare, questo fa o non fa di lui un campione. Avevamo un gioco e non lo abbiamo più, dovevamo avere da questo allenatore una mentalità vincente e non è mai arrivata, tutto il resto è fuffa!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here